I migliori musei di Rethymno

I migliori musei di Rethymno

Also available in English German French Italian

I musei che si possono visitare nella prefettura di Rethymno sono numerosi e coprono un'ampia gamma di interessi e settori, dai musei archeologici alle collezioni di arte popolare ed ecclesiastica, fino alle mostre di arte contemporanea.

Museo Archeologico di Rethymno

La collezione del museo ha iniziato a prendere forma nel 1888, su iniziativa del Associazione educativa greca di Rethymno. Fino al 1990 il museo era ospitato nella Loggia. Nel 1991 è stato trasferito in un edificio pentagonale che si trova di fronte alla porta principale della Fortezza. È possibile leggere ulteriori informazioni sul Museo Archeologico di Rethymno qui.

Museo d'arte contemporanea di Creta

La Galleria Comunale?L. Kanakakis ha iniziato la sua attività nel 1992 ed è ospitato in un edificio nel centro della città di Rethymno accanto al Museo Archeologico. La collezione della galleria proviene da donazioni di collezionisti e artisti come Alexis Akrithakis, Petros Zoumboulakis e Lefteris Kanakakis. Ci sono più di 500 mostre permanenti che presentano esempi dell'arte del XX secolo, dall'astrazione e dalla geometria al neo-espressionismo, alla nuova rappresentazione, al minimalismo, all'oggetto nello spazio, all'arte concettuale, alla fotografia e altro.

Museo storico e del folclore di Rethymno

Il museo è ospitato all'interno di un palazzo veneziano del XVII secolo restaurato e la collezione proviene da donazioni e acquisti. La collezione conta oltre 5.000 oggetti. Le aree espositive permanenti si estendono in cinque sale e comprendono soprattutto oggetti di artigianato tradizionale e di arte popolare.

Museo del Monastero di Arkadi

Il museo del Monastero di Arkadi ospita una notevole collezione di immagini di epoca post-bizantina, paramenti gerarchici, armi, codici scritti a mano e persino oggetti personali dell'abate Gabriele. Un'importante esposizione è anche l'iconostasi scolpita in legno della Katholikon con una rappresentazione della Resurrezione, l'unica parte sopravvissuta all'incendio del monastero da parte dei turchi. Lo stendardo dell'olocausto con la rappresentazione della Trasfigurazione di Cristo è conservato in una speciale teca. Infine, vi è una vasta collezione di armi che comprende, oltre alle ben note Cariofilo, altre armi turche come il Sisan.

 

Indirizzo:

Arkadi, 74100, Rethymno

 

Orari di visita/informazioni

Stagione invernale: Tutti i giorni 09:00-18:00

Stagione estiva: Tutti i giorni 08:00-20:00

Telefono: +30 28310 83116

Prezzo del biglietto: ?2

*Gli orari di apertura e le informazioni sono soggetti a modifiche.

Collezione di ceramiche di Margariti

Quando ci si dirige a est della città di Rethymnosi raggiungerà il villaggio di Margariti e arrivare a uno dei più importanti centri di ceramica di Creta. Questa raccolta è stata organizzata dal Movimento Culturale di Margariti in collaborazione con il Centro studi sulla ceramica moderna di Atene. Visitando la collezione, si può imparare molto sull'arte locale della ceramica (diffusa anche in tutta Creta), nonché sul lavoro del vasaio nello specifico. Ad esempio, un vasaio può lavorare solo per un breve periodo all'anno, dal 21 maggio al 15 agosto.

Vale la pena di vedere la disposizione delle botteghe in pietra e i camini a doppia distanza, mentre si possono ricavare informazioni sui diversi tipi di vasi e sui tipi di argilla tradizionalmente utilizzati. Una ricca collezione di materiale fotografico e disegni decora le pareti del museo.

Indirizzo:

Margarites, 74052, Milopotamos, Rethymno

Orari di visita/informazioni

1 aprile? Metà ottobre: Su appuntamento telefonico

Tel: +30 28340 29371

Prezzo del biglietto: Ingresso libero

Museo delle cere di Potamianos

sul lato nord di Monte Psiloritis, nel villaggio di Zoniana, è il Museo delle figure di cera Potamianos. È stato creato su iniziativa dello scultore Dionysios Potamianos che ha dedicato molti anni di lavoro per realizzare le 104 statuette di cera. Il museo si concentra tematicamente su personaggi e istantanee della Storia di Creta. Le figure rappresentano personaggi di spicco a grandezza naturale, come ad esempio Eleftherios Venizelos, Vitsentzos Kornaros, Dominikos Theotokopoulos e Nikos Kazantzakisma anche periodi importanti, come le azioni di Nikiforos Fokas per la liberazione di Creta. Fino a qualche anno fa, l'ottantenne scultore Dionysis Potamianos accoglieva i visitatori e li faceva visitare personalmente. Negli ultimi anni, Potamianos non vive più nel villaggio e le operazioni quotidiane sono gestite da altri.

Museo del Monastero di Preveli

Monastero di Preveli si trova a sud di Rethymno, vicino a Spiaggia di Preveli ed è costituito da due complessi, Monastero di Kato (inferiore) e Piso (Indietro) Monastero. Il museo della chiesa è ospitato in un edificio a volta ristrutturato sul retro dell'edificio. Monastero di Kato. La collezione comprende oggetti provenienti da monasteri, cappelle ed eremi vicini che sono riusciti a salvarsi dai saccheggiatori. Le vecchie icone sono state incorporate nell'iconostasi dorata del Katholikon del Monastero. Il visitatore ha anche l'opportunità di vedere immagini di Michael Prevelis e Mercurio di Santorini. Molti manoscritti sono conservati nella biblioteca del monastero. Nel museo sono esposti anche altri oggetti di contenuto ecclesiastico, come croci intagliate nel legno, vangeli, dischi d'argento.

Osservatorio Skinakas

Il Osservatorio Skinakas si trova nella parte superiore di Monte Psiloritis ad un'altitudine di 1.750 metri. È una struttura di ricerca che si occupa di astrofisica. Il primo telescopio è entrato in funzione nel 1986. Il secondo, con un diametro dello specchio di 1,3 m, è il più grande osservatorio della Grecia ed è stato utilizzato per la prima volta nel 1995. L'osservatorio di Skinakas è un progetto congiunto del Università di Creta, la Fondazione per la Ricerca e la Tecnologia (ITE) e il Max Planck Institut fur Fisiologia Extraterrestre della Germania. Inoltre, dispone di eccellenti attrezzature tecnologiche. L'Osservatorio è visitabile durante i mesi estivi, una domenica al mese. Il villaggio storico di Anogia si trova non lontano dall'osservatorio, e i visitatori della zona possono anche fermarsi alla grotta di Ideon Andron, dove Zeus è cresciuto da neonato.

 

 

Orari di visita/informazioni

Orario estivo: una (1) domenica al mese. Per ulteriori informazioni, consultare il sito web dell'Osservatorio.

 

Tel: +30 2810 394238

Fax: +30 2810 394240

 

Sito web: skinakas.physics.uoc.gr/

 

 

it_ITIT