Fortezza - Fortezza a Rethymno

Fortezza - Fortezza a Rethymno

Also available in English German French Italian

Il Fortezza è un'imponente fortezza, che domina la città di Rethymno dalla collina rocciosa di Paleokastro. È possibile che nell'antichità, prima del Medioevo, il Fortezza è stata costruita, l'acropoli di Antica Rithymna e il tempio di Artemis Rokkea esisteva nell'area.

L'ubicazione dell'edificio che oggi sopravvive fu decisa per motivi difensivi, due anni dopo la distruzione della città ad opera dei pirati Uluj Ali (1571). I lavori di costruzione furono supervisionati dal rettore Alvise Lando e il suo maestro artigiano Yiannis Skordilis, secondo i progetti di Palavicini Sforza. La fortificazione fu completata nel 1580, dopo 76.800 giorni obbligatori di lavoro forzato, da parte dei residenti dell'intera prefettura. Il risultato finale fu una struttura di forma poligonale irregolare, con quattro bastioni e tre angoli.

Il Fortezza Il castello si è rivelato inefficace per la difesa, perché mancava di un fossato e di opere esterne che potessero rallentare gli attaccanti; tuttavia, l'interno era abbastanza ben pianificato. Una piazza con il Cattedrale di Agios Nikolaos (che, durante la dominazione turca, fu trasformato nella Moschea di Ibrahim KhanLa residenza del rettore occupava l'area centrale della fortezza, dopo l'aggiunta di una cupola e di un minareto. Oggi sopravvivono parti di questo complesso residenziale, ma il suo antico splendore non è più evidente: secondo i documenti dell'epoca, aveva due piani, 49 porte, 81 finestre, due scale e balconi, e il suo design seguiva il modello dei palazzi rinascimentali. All'interno sono stati rinvenuti due magazzini per la polvere da sparo. Fortezza, strategicamente posizionato sul lato nord, più sicuro, dove le mura sono state rinforzate. C'erano anche diverse cisterne, una residenza per il Consiglieri, un edificio che si ritiene essere un Episcopato (residenza del Vescovo), magazzini e due chiese (Agia Ekaterini e Agios Theodoros), oltre a case private. La porta centrale si trovava sul lato orientale, tra i bastioni di Agios Loukas e Agios Nikolaos. Sul lato esterno del portico d'ingresso, si trovava il Leone di San Marco, una delle cinque in totale, che ornavano la fortezza.

Il Fortezza cadde ingloriosamente in mano ai conquistatori turchi il 4 novembre 1646. Poche le rovine degli edifici veneziani, delle mura, delle cisterne e della moschea (Chiesa di Agios Nikolaos) è oggi visibile. Tutti gli edifici sopravvissuti fino al XX secolo sono stati distrutti dai tedeschi, che hanno piazzato mitragliatrici sul lato nord-est della fortezza e hanno tenuto qui molti ostaggi. La Fortezza oggi continua a guardare dall'alto la città e il suo litorale, e ospita ogni estate importanti eventi culturali, al Teatro Erofili. Soprattutto, ospita il Festival del Rinascimento di Rethymno, un festival unico nel suo genere, che viene organizzato qui da 25 anni, con eventi culturali che rendono il Cretese e il Rinascimento europeo noto al pubblico.

 

Orari di visita/informazioni

Stagione estiva: Tutti i giorni (tranne il lunedì) 08:00-19:00

(*) Durante gli eventi, rimane aperto per tutte le 24 ore.

Stagione invernale: Tutti i giorni 08:30-15:00

 

it_ITIT