Danze tradizionali cretesi

Danze tradizionali cretesi

Also available in English German French Italian

Il carattere di Creta e dei cretesi si riflette nella loro musica e nella loro danza. Creta è uno dei pochissimi luoghi in Grecia in cui il patrimonio musicale tradizionale sta crescendo anziché rimanere statico o addirittura appassire.

I greci di un tempo credevano che i cretesi avessero scoperto un modo speciale di comunicare con gli dei attraverso la musica e la danza. Secondo Omero, il Scudo di Achille è stata decorata con la scena di una festa alla Palazzo di Cnossoe parla anche di piste da ballo circolari, come quelle recentemente scoperte a Cnosso. Danza cretese contemporanea è particolarmente energico, veloce e caratterizzato come bellicoso e aggressivo. Molte danze sono riservate agli uomini. In particolare, rispecchiano gli aspetti della natura cretese: il mare in tempesta o le montagne selvagge e scoscese. Le danze più lente sono generalmente riservate alle donne e si concentrano sui temi del matrimonio e dell'amore.

strumenti musicali tradizionali

Pentozales

Pentozales è forse la danza simbolo di Creta e viene eseguita in tutta l'isola. È eccezionalmente vivace e rapida, soprattutto nella parte finale.

I passi fondamentali sono cinque (da cui il nome, pente = 5), zales dalla parola "saltare", con un gioco di parole sulla parola "vertigine") e si basa su un ritmo di 8 battute. La danza si esegue con le braccia appoggiate sulle spalle di chi ci sta accanto, in un cerchio aperto.

Si dice che la danza sia stata inventata da Daskalogiannis (l'eroe della Rivoluzione cretese del 1770) e i suoi capi, che decisero di creare una nuova e bellicosa danza per simboleggiare la rivoluzione, la quinta fino ad oggi.

Sarebbe stato il quinto "balzo" contro la Turchiper così dire. Purtroppo la rivoluzione è fallita e Daskalogiannis ha avuto una fine tragica, ma Pentozales rimane come ricordo del suo tentativo.

Syrtos

Una danza altrettanto nota di Creta è il Syrtos (Chaniotis). Ha un ritmo di 2/4 e, anche se non è così veloce come il Pentozales o il Maleviziotisrichiede una pari quantità di abilità. Esistono varianti della danza, sia per quanto riguarda i passi che la melodia. A ovest di Creta è più dinamica, mentre a est è più "lirica". La sua origine è probabilmente a ovest, dall'ampia regione di Chania che è dove il nome alternativo "Chaniotis" proviene da.

Sousta

Sousta è una particolare danza in cui i partner si fronteggiano, che contiene anche molti elementi dell'antica danza di guerra, la firrikos. Eseguita da uomini e donne, si dispongono prima in semicerchio e si muovono alternandosi, prima di separarsi in coppie. Essenzialmente la danza racconta una storia d'amore e di seduzione. L'uomo in vari modi (con abbracci, giri e piccoli salti) fa delle avances alla donna, che all'inizio resiste al richiamo. Ma a poco a poco lei cede, finché alla fine sono una cosa sola. La storia si svolge attraverso la danza e le espressioni degli interpreti, l'interazione tra i due coniugi richiede grande abilità e coordinazione.

Kastrinos Pidichtos

Kastrinos Pidichtos o Maleviziotis è forse la danza più vivace di Creta che richiede una grande quantità di salti. Si compone di sedici passi, otto davanti e otto dietro, ed è impostato su un ritmo di 2/4. L'orchestra suona la lira, il violino o il ascomantura (uno strumento simile alla cornamusa) e sono seguiti dal liuto. Spesso può essere suonato con un mandolino. È un'altra danza che si svolge in cerchio, con i ballerini che si tengono per mano, con i palmi all'altezza delle spalle e i gomiti piegati. Richiede molto entusiasmo e grazia e permette al primo ballerino di improvvisare senza restrizioni. È considerata da molti la più bella e impressionante danza cretese. La danza è stata eseguita per la prima volta nella provincia di Malevizi (da cui il nome Maleviziotis), che si trova vicino a Heraklion, o Castello come veniva chiamato in passato, e da lì prende l'altro nome?Kastrinos?. In Chania, la danza si chiama Kastrini Sousta. La danza si diffuse nel resto dell'isola, durante gli anni Venti. I ricercatori ci dicono che non si tratta necessariamente di una danza di guerra. La prima opinione è che si trattasse di un rituale pagano, in cui i salti e i balzi dei ballerini cadevano sulla terra e scacciavano gli spiriti maligni.

I cretesi avevano in genere varie forme di musica e di danze e nel corso degli anni hanno naturalmente cessato di distinguere il loro carattere bellico o rituale.

Un caratteristico resoconto storico sui cretesi, sulle loro feste e probabilmente sulla Kastrinos Pidichtos ci è stata lasciata dal visitatore francese a Creta I. Barotsos che nel 1546 si trovava da qualche parte vicino Sfakia e afferma in modo caratteristico:

Trovandosi in un villaggio, vicino alla residenza di I. Barotsos, nella città di SfakionSono stata a una festa dove sono venuti degli abitanti del villaggio, alcuni con i loro fidanzati e altri con le loro mogli. Nel caldo torrido, non all'ombra, ma sotto il forte sole di luglio erano carichi di armi e non hanno smesso di ballare fino a sera, così stranamente vestiti e carichi di una faretra con circa 150 frecce, che avevano sulla schiena e con un arco ben teso appeso al braccio e con una spada al fianco ballavano, cercando di fare i salti più belli e più alti?

In PidichtosIl primo ballerino si stacca spesso dal cerchio per poter eseguire più volte i salti impressionanti, improvvisando costantemente sul ritmo. In sostanza, il primo ballerino ha una parte da solista e compone essenzialmente il proprio numero di danza. Il primo ballerino donna può anche danzare gli assoli con passi più aggraziati, delicati e leggermente saltellanti, combinando giri veloci e movimenti intricati.

Siganos

Siganos, come suggerisce il nome (Siganos=lento), è una danza lenta, eseguita quasi a passo di marcia. Gli esecutori si abbracciano le spalle. Ha 6 o 8 passi, a seconda del luogo in cui viene ballata, ma la musica ha un ritmo di 8 battute. Si dice che rappresenti la fuga di Teseo dal Labirinto. Non esistono sufficienti prove storiche o riferimenti letterari per essere certi della sua origine, ma molto probabilmente è stato inventato all'epoca della dominazione ottomana.

Danze cretesi più antiche

Lassithi Pidihtos

È un'altra danza cretese che appartiene alla famiglia dei "salti". Come le precedenti, esse hanno un'origine comune nell'antica Pirri e di esprimere la nobiltà e la modestia dei cretesi orientali. In Sitiaè chiamato "Stiako" e in Ierapetra ?Gerapetritiko?. Senza dubbio, è la danza più rappresentativa di Creta orientale.

Trizalis

Trizalis è un'altra danza "saltellante", eseguita solo in Rethymno prefettura e principalmente nell'area di Ampadia nel Amari distretto. Il nome di questa complicata danza deriva da Tri (=tre) e zala (=salti/passi). Si esegue tenendo le mani in alto e con i gomiti piegati.

Priniotis

È una delle danze dell'isola che ha iniziato a scomparire. Veniva eseguita un tempo nelle regioni montuose, soprattutto in Lassithi e aveva varie forme. La prima parte inizia con gli uomini che, con le mani in alto, si allontanano e indietreggiano rispetto alle donne che li fronteggiano. Uomini e donne continuano a danzare in direzioni opposte fino a ricongiungersi, formando nuovamente il cerchio con cui la danza è iniziata.

Anogeianos Pidichtos

Questa è una danza di guerra del Anogia caratterizzata da salti, passi rapidi e forti battiture dei piedi sul terreno. Secondo la tradizione, discende dalla vecchia danza dei Coriti che con i loro passi e lo scontro delle armi cercavano di coprire le grida del neonato. Zeus.

Xenobasaris

Il nome di questa danza deriva da un distico cantato all'inizio della danza, con un riferimento allegorico al basilico. Un tempo veniva cantata e ballata a ogni festa, soprattutto nelle zone montuose di Ierapetra e Merambelo.

Zervodexos

Una danza gioiosa e comica, eseguita nelle feste di primavera, Zervodexos ha preso il nome dal modo in cui i ballerini si muovono verso sinistra (zerva) e la destra (dexia). I cambiamenti di direzione si verificano quando il suonatore di lira produce una specifica nota alta.

Katsambadianos

Questa danza ha 11 passi e si esegue con l'accompagnamento di una lyra; è un'altra versione del Pentozales. Principalmente danzato in Rethymnoe più precisamente il Amari valle, si trova anche nelle regioni limitrofe. Si dice che sia stato eseguito per la prima volta nel 1800 a Ampadia in Amari Da qui il suo nome.

Dame

La danza delle dame (daam-ez nella pronuncia) è una danza in cerchio o a catena che si pratica nei villaggi del Rethymno e Chania prefetture. La donna tiene nella mano sinistra un fazzoletto, mentre l'uomo accanto a lei ne tiene l'altra estremità. Quando il suonatore di lira canta ?DamaIl maschio rilascia il fazzoletto e balla con la donna di fronte a lui.

Altre danze dimenticate

Esistono molte altre danze dimenticate, alcune delle quali sono variazioni su temi già esistenti. Alcune di queste sono le Apanomerite, il Roumathiani Sousta, il Rodo, il Dournerakia, e il Lazotis o Lazotikos.

 

it_ITIT