54 Kamares ? Zaros

54 Kamares ? Zaros

Also available in English German French Italian

Kamares? Zaros

Il villaggio di Kamares sul margine meridionale della Psiloriti La catena montuosa è un importante sito archeologico. Il Grotta di Kamares che si trova più in alto nella foresta, ha portato alla luce una serie di importanti ceramiche minoiche. Il percorso è facile da seguire e attraversa il versante meridionale della catena montuosa, passando per piccoli villaggi cretesi attraverso strade sterrate e asfaltate. È ideale per andare in bicicletta.

Il percorso E4 da Kamares a Zaros

Da Kamares (1), seguiamo la strada asfaltata, in leggera salita, verso est; dopo 2 km, il paese di Vorizia si presenta alla vista. Una delle tante gole della parte meridionale del Psilorite si apre alla nostra sinistra.

Si inizia a scendere fino ad arrivare alle prime case del villaggio (2).

Seguiamo il cartello con la scritta "Varsamonero", sulla prima strada a destra; proseguiamo sulla strada cementata che attraversa il paese e raggiungiamo i piedi del versante settentrionale della bassa vetta di Mesiskli. Si prosegue poi su una strada asfaltata, che attraversa alcuni uliveti in pendenza; 3 km dopo Vorizia, arriviamo al Monastero diroccato di Varsamonero (3). Vorizia è un villaggio storico distrutto durante la Seconda Guerra Mondiale. Oggi, nella chiesa restaurata del monastero, sono aperti ai visitatori un piccolo museo e alcuni affreschi di pregio.

Da Varsamonero, Si prosegue verso sud sulla strada sterrata e si giunge a una sorgente d'acqua con un pozzo. Al primo bivio che incontriamo, prendiamo il ramo di sinistra per circa 100 m (4). Sul lato sinistro della strada si vede un'edicola; da qui si inizia a scendere lungo il basso crinale cespuglioso, fino a un piccolo edificio in pietra a secco. Da qui si scende fino a un corso d'acqua asciutto, che si attraversa per poi iniziare a salire ai piedi del pendio roccioso. Dopo un po' di tempo, raggiungiamo un'area pianeggiante dove si trovano le rovine dell'insediamento di Nea Vorizia (5) è visibile tra il pendio e alcune rocce alla nostra destra.

L'insediamento è stato costruito per ospitare i residenti di Vorizia dopo che il villaggio fu completamente distrutto dalle forze tedesche, tuttavia non fu mai abitato. Continuiamo a percorrere la strada sterrata che incrocia la strada principale che collega Vorizia a Zaros (6) e poi attraversa una strada asfaltata in salita che conduce alla Monastero di Vrontisi (7); vi si arriva dopo 1 km. Verso sud, poco prima del cortile del monastero, inizia una strada sterrata in direzione sud-est, parallela al confine del giardino del monastero. La seguiamo per 200 m e poi giriamo a sinistra, verso est, per altri 100 m. All'incrocio successivo, dopo 100 m, continuiamo verso est, sempre dritti. Dopo 100 m ignoriamo una strada laterale a sinistra e proseguiamo verso est.

Continuiamo a scendere tra gli ulivi, sempre sulla strada principale sterrata, fino a vedere una cappella con un caratteristico pino in cima a una bassa collina, sulla nostra sinistra. Pochi metri più in basso si incontra una strada asfaltata (8), che si imbocca in direzione est. Dopo circa 1,5 km arriviamo a Zaros (9).

 

Lunghezza del percorso 12,5 km
Durata dell'escursione 3,5 ore
Quando fare un'escursione Primavera, autunno, estate, inverno
Regione del percorso Heraklion
it_ITIT