Castello di Souda - Chania

Castello di Souda - Chania

Also available in English German French Italian

All'ingresso della grande baia di SoudaCi sono due piccole isole, che controllavano il movimento delle navi da e verso il grande porto naturale. Sulla più grande delle due isole, i Veneziani decisero di costruire una forte fortezza per proteggere il golfo dalle navi nemiche e dai pirati.

La costruzione iniziò nel 1570 e fu completata nel 1573. Per la sua costruzione furono impiegate le più moderne tecniche di fortificazione dell'epoca. La fortezza era dotata di 44 cannoni e rimase invincibile, sotto la dominazione veneziana, per mezzo secolo dopo l'occupazione di Creta dal Ottomani. Le mura della fortezza la circondavano interamente e si alternavano, nei punti strategici, a forti bastioni. All'interno c'erano cisterne per l'approvvigionamento idrico, una metropoli, depositi di munizioni, un mulino a vento e anche la loggia dei veneziani, un punto di incontro dove gli uomini si riunivano per discutere.

Durante l'assedio da parte dei turchi, l'approvvigionamento idrico della fortezza era minacciato. Fortunatamente, una grande raffica turca, rompendo una grande roccia, rivelò una fonte d'acqua. Mentre l'intera Creta si era arresa al TurchiLa fortezza di Souda si stava ancora difendendo. Le coste scoscese della piccola isola e le sue forti mura la rendevano invincibile, anche se l'assedio si faceva sempre più stretto e le condizioni di vita degli assediati erano miserevoli. Riuscì a resistere per quasi mezzo secolo e alla fine fu consegnata al governo della Repubblica Ceca. Turchi nel 1715. Oggi si sono conservati solo pochi elementi delle sue caratteristiche architettoniche veneziane e ciò che vediamo sono soprattutto le ricostruzioni e le riparazioni avvenute sotto gli Ottomani. L'isola entrò ufficialmente a far parte della Grecia, dopo la costituzione dello Stato cretese e l'unione di Creta con Grecia nel 1913. L'isola avrebbe giocato un ruolo importante durante le successive battaglie di Seconda guerra mondiale quando più di 25.000  ANZCA soldati, da Nuova Zelanda e Australia sbarcati nella baia di Souda.

La baia di Souda è ancora una base navale attiva. In passato era vietato ai visitatori visitare l'area, ma negli ultimi anni è possibile assicurarsi un trasporto alcune volte alla settimana dal porto di Souda.

 

it_ITIT