Monastero di Faneromeni - Sitia

Monastero di Faneromeni - Sitia

Also available in English German French Italian

Il monastero di Faneromeni nella regione nord-occidentale di Sitia si trova al punto Capo di Trachils e ha accesso alla splendida gola di Agios Pantose viste mozzafiato sull'area circostante. Si trova relativamente vicino alla costa e può essere visitato partendo da Agios Nikolaos a Ierapetra.

L'area generale è chiamata Gourniadove si trova anche l'omonimo sito archeologico, in cui fiorì un'antica città minoica. La chiesa è costruita all'interno di una grotta che esiste nella gola; è qui che si trova l'icona sacra del Vergine Maria fu trovata da un pastore che decise di costruire un monastero. Secondo la leggenda, il pastore stava inseguendo uno dei suoi animali che si era perso quando si imbatté nella grotta e l'icona gli fu rivelata. Decise di portarla a casa, ma il giorno dopo scomparve e la ritrovò nel luogo in cui si trovava.

Il monastero fu fondato nel XIII secolo e un tempo presentava ampi e colorati affreschi. Dal 1870 fino al 1901 è stato collegato a Monastero di Toplou; il katholikon è una chiesa a due navate dedicata alla Assunzione della Vergine Maria e a Agios Georgioscon affreschi del 1455. Durante il periodo della dominazione ottomana, soffrì molto e fu probabilmente bruciata, come dimostrano le pareti annerite. Ebbe un ruolo importante anche durante la rivoluzione cretese e fu usato come nascondiglio e quartier generale dei ribelli locali. Oggi la maggior parte delle persone si reca al monastero il 15 agosto (Dormizione della Vergine Maria), una delle più importanti festività greche. La chiesa è aperta ai visitatori e per raggiungerla è necessario percorrere in auto o in bicicletta un bel sentiero tortuoso con splendide viste. In seguito, potrete riposare sulla vicina spiaggia di Pachia Ammos o partire alla scoperta della Creta orientale.

 

it_ITIT